Cento immobili gratis in cui aprire alberghi lungo i percorsi ciclopedonali in Italia

È un progetto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che prevede la concessione a titolo gratuito per 9 + 9 anni, di un centinaio di immobili pubblici, gestiti in parte dall’Agenzia del Demanio, in parte dagli Enti Territoriali e in parte dall’Anas, dislocati lungo i percorsi ciclopedonali storico-religiosi e gli itinerari storici e religiosi, da percorrere con lentezza, in bicicletta o a piedi.

Sono case cantoniere, locande, masserie, ostelli, piccole stazioni ferroviarie, caselli idraulici, ex edifici scolastici, torri, palazzi storici, monasteri e antichi castelli abbandonati, dismessi o in stato di abbandono, che verranno assegnati a privati, imprese e cooperative formate prevalentemente da giovani con meno di 40 anni, che si impegneranno ad ammodernarli e a destinarle a strutture di accoglienza turistica come alberghi e ciclofficine.

Il progetto “Valore Paese – Cammini e Percorsi“, presentato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, insieme al MIE e all’Agenzia del Demanio, è parte del Piano Strategico del Turismo e del Piano Straordinario della Mobilità turistica e riguarda le zone dislocate lungo la Via Appia, la Via Francigena, il Cammino di Francesco, il Cammino di San Benedetto e le ciclovie Vento, Sole e Acqua (Acquedotto Pugliese).

Il bando – in quattro sezioni – sarà presentato dal Demanio nei prossimi mesi e sarà ripresentato anche per gli anni 2018 e 2019 con altre cento strutture. Il progetto comprende un finanziamento di tre milioni di euro per fornire supporto alle aziende vincitrici ne i primi due anni dello svolgimento del progetto.

Comments

comments

13/05/2017
In Alto Adige hotel scontato per gli ospiti “ecologici”
16/05/2017
Le vacanze termali 2.0 si chiamano wellness e sono il nuovo business del turismo

Leave a comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.